Come Sostituire il Piede di un Tavolo

Tra gli inconvenienti più comuni, e anche più facili da riparare, che possono capitare a un tavolino, ad una sedia o a un mobiletto ce n’è uno che presenta particolari difficoltà, cioè quando si rompe una gamba. In questa guida ti spiego come intervenire per risolvere il problema.

Per iniziare, guarda che tipo di spaccatura è presente sul piede del tavolo, cioè se è orizzontale oppure obliqua. Nel primo caso, con un apposito trapano e punta da legno, praticate un foro in ciascuno dei due pezzi di gamba rotta, ovviamente nella parte centrale, avendo cura che il foro sia di diametro adeguato alla misura della gamba.

Risulta essere fondamentale che i due fori risultino perfettamente allineati, comunque, all’occorrenza, uno dei due può anche essere leggermente ovalizzato per ottenere una coincidenza perfetta delle due parti. Tagliate poi, in un apposito tondino di legno, un tappo che abbia la lunghezza complessiva dei due fori, ma il diametro leggermente superiore. Introducete metà del tappo, prima cosparso di colla, nel foro della gamba rimasta attaccata, facendolo penetrare a fondo eventualmente con l’aiuto di un martelletto.

Infine, incollate le due superfici del piede spezzato, facendo ben cura ai contorni, e posate il troncone del piede sulla parte di tappo rimasta libera, infilandola con l’accortezza che non si producano dislivelli tra le due parti. Si lascia poi seccare la colla per almeno ventiquattro ore e, alla fine, se occorre, si rifinisce con un po’ di vernice o con una lucidata a cera.