Come Stendere il Bucato

La stenditura richiede la cura di alcuni dettagli che rendono più semplici la piegatura e la stiratura.

La biancheria non va mai strizzata in modo eccessivo per evitare di rovinarla.tovaglia, tovaglioli, strofinacci, canovacci, federe, asciugamani, lenzuola, vanno stesi in modo molto teso a dritto filo.

Le camicie e gli altri capi di vestiario vanno stesi sempre osservando la forma iniziale. Se non occorrono riparazioni, ritirare leggermente umida la biancheria e piegarla bene per la stiratura.

Se ci sono problemi di umidità in casa, e non si ha uno spazio apposito per stendere, è possibile utilizzare uno stendino elettrico. Si tratta di uno strumento che si caratterizza per il fatto che i fili sono riscaldati.

Per quanto riguarda la lavatura e stiratura dei capi di lana, è consigliato immergere le maglie in una soluzione di acqua e buon sapone bianco, appena tiepida e lasciarle a bagno per trenta minuti. Sfregare poi, le parti sporche e risciacquare in acqua tiepida diverse volte, fino a quando l’acqua risulta pulita e priva di residui schiumosi.

Se desiderate inamidare qualcosa, questo va immerso nella giusta soluzione di amido, si strizza e si avvolge subito in un cencio bianco pulito e va stirato con ferro caldo. I tessuti di lino si stirano molto umidi e con ferro caldissimo.quelli di cotone vanno appena inumiditi e stirati con ferro normalmente caldo.