Come Preparare Drink per Amici

Ecco una guida contenente alcuni consigli per preparare degli ottimi cocktail da servire ai vostri ospiti durante un aperitivo, o per il dopocena. In ogni caso, è un modo come un altro per servire dei drink a degli amici e fare una bellissima figura.

Oggi, come molti sanno, è diventato sempre più frequente incontrare gli amici per un aperitivo. Se volete stupire i vostri ospiti, e se avete una casa con un giardino o un salotto comodo, potrete organizzare un aperitivo comodamente a casa vostra, cercando di soddisfare i diversi palati, anche quelli più esigenti, dei vostri amici.

I diversi drink di cui si parlerà in questa guida sono buoni se serviti da soli, ottimi se accompagnati con degli stuzzichini o, ancora, con delle vere e proprie portate, che possano essere gustate in piedi, senza l’utilizzo di posate, seguendo quelle che sono le regole del “finger food” (letteralmente, cibo che può essere mangiato con le dita, con le mani).

Per prima cosa, tenete presente che la maggioranza degli alcolici che vengono utilizzati per preparare dei cocktail (vodka, tequila, cachaca, rum, gin, vermouth) sono dei superalcolici, proprio perché superano i 21°. A seconda della preparazione del drink, pertanto, sono richieste quantità differenti, onde evitare che il drink possa risultare pesante e poco gradevole.

Passiamo, ora, ai consigli per preparare i cocktail più noti (tenete presente che le dosi che vi indicherà sono sufficienti per un solo drink). Tra di essi, ve ne sono alcuni (come il bellini o il bloody mary, che sono considerati “pre dinner”, dunque ideali per un aperitivo. Altri, invece, sono “after dinner” (come il gin tonic o il mojito), ottimi come digestivi dopo una cena tra amici. Ovviamente, indispensabile per la preparazione di tutti i cocktail è lo shaker, specie per quei drink che hanno bisogno di essere scossi fortemente. Molto utile è avere anche una macchina per il ghiaccio, in modo da potere preparare cubetti trasparenti.

Partiamo dal “bellini” (cocktail “pre dinner”). Dovrete prepararlo con 9 cl di prosecco (o spumante brut) e 4 cl di succo di pesca bianca. Servitelo in un bicchiere con il calice sottile, guarnendo l’orlo del bicchiero con una fettina di pesca.
ora, il “bloody mary” (drink “pre dinner”). Si prepara con 4 cl di vodka, 10 cl di succo di pomodoro, 1 cl di succo di limone ed alcune gocce di salsa worcester e tabasco. Servitelo in un bicchiere ampio e decorate inserendo nel drink un gambo di sedano con foglie tenere, accuratamente lavato ed asciugato.
passiamo, ora, al “negroni” (anch’esso “pre dinner”). Si prepara con 3 cl di gin, 3 cl di vermouth rosso, 3 cl di bitter campari. Servitelo con del ghiaccio ed una mezza fetta di arancia (non sbucciata).
ora, il noto “martini”. Preparatelo usando 5 cl di gin, 1 cl di vermouth dry. Aggiungete, poi, nel bicchiere, la classica oliva verde.
ora, la “caipirinha” (cocktail “after dinner”): si prepara con 6 cl di cachaca, mezzo lime a pezzetti, 2 zollette di zucchero di canna. Servitelo con del ghiaccio e con due cannucce nere.
adesso, il “margarita” (anche questo, drink “after dinner”): preparatelo con 3 cl di tequila, 2 cl di cointreau, 1 cl di succo di limone. Servitelo in un bicchiere, dopo averne inumidito i bordi con acqua ed aggiunto del sale lungo il bordo stesso. Aggiungete due cannucce.
ora, il “mojito” (cocktail “after dinner”): si prepara con 6 cl di rum bianco, 2 cl di succo di lime, 1 zolletta di zucchero di canna, un poco di soda e 8 foglie di menta fresca. Guarnite il bicchiere con foglioline di menta.
infine, il “gin tonic” (drink ottimo sia come “pre dinner “sia come “after dinner”): si prepara con 8 cl di gin e 12 cl di acqua tonica. Servitelo in un bicchere alto e stretto, guarnite con una fetta intera di limone, in cui potrete infilzare (tramite una stuzzicadenti) un’amarena o una ciliegia.

Tornando ora agli aperitivi, vi indicherà due ricette per preparare dei cocktail da accompagnare a sfiziosi stuzzichini, che apriranno con onore la successiva cena e che lasceranno stupefatti i vostri ospiti. Si tratta della pignacolada con spiedini di agnello e della tequila sunrise con nachos piccanti.

Partiamo dalla pignacolada con spiedini di agnello. Per preparare l’aperitivo per 4 persone vi occorrono: 20 cl di rum bianco; 24 cl di succo di ananas; 12 cl di latte di cocco; 8 piccoli pezzetti di ananas; per gli stucchini:300 grammi di polpa d’agnello; 4 carciofi non troppo grandi; 2 dl di rum bianco; 3 cucchiai di olio d’oliva; olio per frittrua; sale e pepe.
Per prima cosa, preparate la pignacolada, frullando tutti gli ingredienti (rum, succo d’ananas e latte di cocco) con alcuni cubetti di ghiaccio. Versate il tutto in una caraffa e fate conservare in frigorifero, fino al momento di versare nei bicchieri e guarnire.

Ora, cominciate a preparare gli stuzzichini. Tagliate la polpa di agnello a cubetti e fateli marinare per una mezz’ora nel rum bianco, mescolando di tanto in tanto. Poi, prelevate i cubetti di carne (conservando il rum della marinata) ed infilzateli in lunghi stecchini di legno (di quelli usati per gli spiedini).
Ora, versate l’olio d’oliva in padella, e fate rosolare gli spiedini, girandoli su ogni lato, fino a che la polpa di agnello non si sarà ben rosolata; poi, continuate la cottura sfumando con il rum bianco della marinata. Quando l’alcool sarà evaporato, spegnete la fiamma.
Ora, mettete a riscaldare l’olio per frittura. Nel frattempo, pulite i carciofi, eliminando le foglie esterne dure, tagliandoli in 4 o in 8 (a seconda della dimensione) ed eliminando anche la “barbetta” interna. Lavateli ed asciugateli e tuffateli poi nell’olio bollente per qualche minuti. Scolateli su carta assorbente.
Servite i carciofi e gli spiedini ben caldi un vassoio da portata. Prelevate la caraffa con la pignacolada dal frigo, versate il tutto in 4 bicchieri e guarnite ciascuno di essi (sul bordo) con due pezzetti di ananas. Servite il tutto!

Ora, passiamo alla tequila sunrise con nachos piccanti. Ecco gli ingredienti per 4 persone: 20 cl di tequila, 20 cl di succo di arance rosse; 20 cl di succo di arance gialle; per gli stuzzichini: 250 grammi di nachos; 200 grammi di formaggio olandese; un barattolo di filetti di peperoni sotto aceto piccanti.
La preparazione è semplicissima. Versate i nachos in un unico strato su un piatto da portata che possa essere messo in forno. Conditeli con fettine di formaggio olandese e peperoni sgocciolati e passate il tutti in forno a 200° fino a che il formaggio non sarà fuso (non fatelo gratinare).

Nel frattempo, preparate la tequila sunrise. Innanzitutto, mescolate la tequila con il succo di arance rosse e un po’ di ghiaccio tritato. Distribuite il tutto in 4 bicchieri abbastanza capienti. Poi, versate in ogni bicchiere il succo di arance gialle, facendo attenzione che non si mescoli troppo a quello rosso.

Mettete poi i bicchieri in frigorifero, per il tempo necessario a che i nachos possano intiepidirsi. Al momento di servire, guarnite i bicchieri con due mezze fette di arance (una rossa, una gialla) e servite il tutto con i nachos.