Come Realizzare un Portabottiglie a Quadrati in Casa

Il portabottiglie è molto utile perchè permette la conservazione ideali delle bottiglie in casa. Oggi sul mercato sono disponibili modelli di vario tipo, relativamente a cui è possibile vedere questo sito sul portabottiglie, ma è anche possibile realizzarlo da soli.

Un portabottiglie come quello che andrai a realizzare, quindi romboidale arreda il soggiorno o la tavernetta ed è indispensabile in cantina, perché fa risparmiare spazio e soprattutto consente di conservare nel modo migliore le bottiglie che meritano un trattamento speciale. Leggi i passi della guida per la costruzione.

Occorrente
5 listelli piallati di pino da 40 x 40 x 390 mm
10 listelli piallati di pino da 40 x 40 x 680 mm
5 listelli piallati di pino da 40 x 40 x 970 mm
12 spezzoni di barra filettata 6 m (diametro 6 mm), lunghi 195 mm
12 dadi 6 m 12 dadi ciechi d’ottone 6 m, possibilmente nichelati o cromati , con foro del diametro di 6,2 mm
24 rondelle
Protettivo trasparente antimuffa
Colla vinilica
Trapano a colonna con punta da legno da 6 mm
Metro e matita
Morsa
Lima a triangolo
Sega a mano
Lima piatta fine
Chiave per bulloni da 10 mm
Carta vetrata fine

La prima operazione che dovrai realizzare, su tutti i listelli, è la tracciatura dei punti in cui devono essere effettuati i fori per il passaggio delle barre filettate, punti che saranno sempre sulla mezzeria longitudinale dei listelli. Sui listelli più corti, ovvero da 390 millimetri, devi eseguire due sole tracce, a 50 millimetri dalle due estremità. Su quelli lunghi da 680 millimetri le tracce che dovrai realizzare saranno tre.

A questo punto, due di queste tre tracce che dovrai fare saranno a 50 millimetri dalle estremità, e una esattamente al centro. Una volta che avrai fatto, sui listelli che hanno la maggiore lunghezza, ovvero quelli da 970 millimetri, le tracce che dovrai fare saranno quattro, ovvero le solite due come fatte per quelli in precedenza a 50 millimetri dalle estremità, più altre due, rispettivamente a 340 3 630 millimetri da una estremità.

La foratura dovrai realizzarla con la massima precisione possibile, è necessario perciò che tu monti il trapano su di un supporto a colonna, dotato di morsa, per bloccare i listelli in posizione, durante la foratura, sotto la punta del trapano, escludendo assolutamente la foratura a mano libera. Usa una punta per legno, del diametro di 6 millimetri, ponendo il trapano alla massima velocità e facendo penetrare la punta nel legno lentamente.

A questo punto, quando avrai fatto, per la finitura delle zone forate usa della carta vetrata molto fine, in modo da spianare perfettamente le superfici di contatto dei listelli che verranno sovrapposti. Prima di procedere all’assemblaggio, applica sui listelli almeno due mani di protettivo antimuffa, in modo che il legno, anche se lasciato a vista e non dipinto, sia adeguatamente protetto dall’aggressione dei parassiti e dalla formazione di funghi.

Adesso puoi passare all’assemblaggio. Prima del montaggio, però, verifica che i pezzi siano correttamente forati e tagliati e, dopo averli predisposti nella giusta sequenza, infila nei fori una sottile barretta metallica, per esempio un ferro da maglia. Poi taglia dodici spezzoni di barra filettata lunghi 195 millimetri, facendo attenzione a non rovinare la filettatura. La barra filettata dovrai bloccarla in morsa interponendo due pezzi di legno tenero, di plastica o di piombo. Dopo il taglio, la filettatura alle due estremità di ogni barretta dovrai ripassarla con la limetta a triangolo, e poi avvitagli più volte i dadi.

Una volta che avrai eseguito questa operazione, puoi inserire le barrette filettate nei fori dei listelli, battendo su di esse, se è necessario, con un pezzo di legno. Quando tutte le barrette sono inserite, prima di applicare i dadi conviene che tu metta un po di colla vinilica nei punti di contatto, in modo da stabilizzare definitivamente le unioni. E’ anche opportuno controllare che le diagonali dei quadrati che si sono formati siano uguali tra di loro, accertandoti così che si tratti di quadrati e non di rombi.

A questo punto, quando avrai fatto, dovrai passare ad inserire le rondelle e avvita i dadi ciechi nella parte anteriore. Avvita poi, posteriormente, e dopo aver inserito le rondelle, i dadi normali. Adesso, con la chiave da 10 millimetri, serra con forza tutti i dadi posteriori, le parti di barra filettata che, a questo punto, sporgeranno dai dadi, potrai tagliarli con il seghetto e spianali con una lima piatta fine.