Come Tinteggiare una Parete con Effetto Glitter

Stai arredando la tua casa o risistemando una stanza. Fatti tentare da una nuova idea e illumina di colore la tua casa con una tinta glitter per le tue pareti. Adatta per ambienti piccoli per donare spazio, e per quelli grandi per farli risplendere in tutta la loro bellezza. Vediamo come farlo insieme.

Consiglio sempre di fare lavori domestici di questo genere in periodi nè troppo caldi nè troppo freddi. La giornata (climaticamente parlando) sbagliata può rendere un lavoro semplice, difficile da realizzare e comprometterne i risultati. Detto questo iniziamo. Svuota la stanza completamente, o allontana i mobili verso il centro della stanza e copri con appositi teli.

Copri con adesivo largo il battiscopa per evitare che si macchi e il pavimento con fogli di giornale. Vernicia il muro con un pennello a rullo. Non bagnare esageratamente il rullo, meglio dare una passata in più che eccedere con il colore. I tratti partono dall’alto verso il basso in senso verticale. Fai asciugare per bene per uno o due giorni (vedi istruzioni e consigli vernice).

Asciugata bene la parete, prepara il vetrificante miscelando ogni 0,75 lt con 1,5 lt di acqua a temperatura ambiente. Preparata la miscela aggiungi i glitter nella quantità che desideri in base al grado di luminosità che vuoi dare alla stanza. Con il pennello grande stendi il vetrificante con i glitter. In questo caso non devi seguire un metodo preciso ma dare il verso che preferisci. Per un effetto particolare puoi, per esempio, usare una spugna e fare dei cerchi o un effetto macchia. Dopo aver steso il vetrificante devi fare asciugare ma l’effetto è subito visibile e ti permette di capire se aggiungere ancora qualche glitter o meno.