Tecniche di Seduzione – Consigli Utili

Questi piccoli consigli che possiamo chiamare anche tecniche di seduzione sono adatti sia per le donne che per gli uomini che intendono conquistare chi ha attratto la loro attenzione; è bene tener presente che queste non sono altro che linee generali che vanno adattate rispetto alle situazioni in cui ci troviamo a dover fare i conti con l’altro sesso e che di buona norma (ma non per forza) è l’uomo che dovrebbe cercare di muovere i primi passi verso una donna se questa ha suscitato il suo interesse e per questo mi rivolgerò principalmente al sesso maschile.

Primo impatto

La maggior parte delle storie finisce ancor prima di iniziare, nel senso che ci giochiamo l’occasione di far vedere realmente chi siamo perché sbagliamo nel dare la prima e importantissima impressione.

Le tecniche di seduzione cominciano ad applicarsi fin da subito stando ben attenti all’impatto che si può dare al lui/lei che ci interessa. Nel momento in cui qualcuno ci piace è essenziale non perdere la calma e restare rilassati, evitare battute stupide che ci screditano e possono farci scambiare per gli impacciati di turno, la parola d’ordine diventa sicurezza e fiducia in se stessi, la sicurezza in se stessi e la convinzione di quello che vogliamo si trasmette automaticamente alla persona che abbiamo davanti grazie ai nostri gesti istintuali e più spontanei solo se ne siamo convinti noi per primi.

Altro fattore da giocare con la giusta misura è il gioco di sguardi: il lui/lei che ci interessa va guardato sporadicamente con uno sguardo profondo e non troppo continuo da sembrare invadente o malizioso, deve essere uno sguardo d’attenzione e di interesse che si sofferma sui suoi occhi in modo convinto e, solo dopo aver reso più chiare le nostre intenzioni, è bene fissare di sfuggita la sua bocca e le sue labbra magari mentre parla, anche qui è essenziale non apparire esagerati ma accennare appena uno sguardo sfuggente.

Se ci troviamo in una folla dove magari è difficile parlare con una persona una delle tecniche di seduzione più efficaci si basa sulla sguardo che diventa un’arma eccezionale; infatti, seguendo la persona che ci interessa con gli occhi lei/lui si accorgerà del nostro interesse in modo del tutto casuale, quando si troverà a guardarci e gradirà sicuramente che tra gente e confusione il nostro sguardo cerchi proprio lui/lei come se l’interesse maggiore ricada sulle sue idee e i suoi modi di pensare, come se in un discorso quello che più ci interessi sia proprio il suo punto di vista. Non è consono forzare fin da subito un contatto fisico con abbracci, strette o carezze di alcun tipo che appaiono facilmente fuori luogo e che possono creare fastidio o imbarazzo senza alcun tipo di profitto per quelli che sono i nostri scopi.

L’invito

Ora diamo uno sguardo alla seconda fase prevista dalle nostre tecniche di seduzione; questa è proprio la fase che consiste nell’nvito. Nel momento in cui decidiamo di invitare la persona che ci piace ad uscire solo con noi diventa cruciale la tempistica. E’ essenziale essersi già incontrati circa tre volte in modo che la nostra presenza sia diventata almeno familiare a lei/lui e non susciti l’imbarazzo che suscita l’invito di un perfetto sconosciuto. E’ importante che l’invito non si sovrapponga agli impegni di chi ci interessa in modo da ridurre i motivi di rifiuto, per questo sarebbe bene o informarsi tramite qualche amico comune oppure comunque aspettare un sabato.

Tentare un invito nel modo giusto può essere determinante per il successo della seduzione anche se fino a quel momento non si sono avuti cenni di interesse elevati nei nostri confronti. Infatti, il modo in cui chiederemo un “primo appuntamento” identifica noi e la nostra mentalità, permette all’altro di iniziare a farsi una prima idea sul nostro saper conquistare. Sarebbe appropriato un primo invito del tutto informale, pomeridiano e in modo quasi da sembrare un caso. Sono ottime frasi del tipo: “Domani mi trovo dalle parti di casa tua per lavoro, che dici se quando ho finito ci andiamo a prendere un caffè?” oppure “ la settimana prossima è il compleanno di mia cugina/o, da come vestite sembrate avere gusti molto simili, che dici di accompagnarmi a scegliere un maglione?”;. Seppure sembrino banali gli inviti hanno uno stile tale che raramente si riceve un rifiuto proprio per il loro apparente disimpegno e per il momento di relax che offrono in modo del tutto non imbarazzante.

Solo dopo possiamo mettere in atto la vera fase due delle tecniche di seduzione qui esposte per passare con maggiore sicurezza ad un invito più impegnato serale per una cena che renda più palesi le nostre intenzioni e che distrugga sul nascere qualsiasi supposizione da parte dell’altro che il nostro possa essere un avvicinamento alla ricerca di un “amica/o”. Ricordo di prestare la massima attenzione al tono di voce e al modo in cui formuliamo la proposta. Frasi con buone approssimazioni vincenti sono: “Dicesti che avresti voluto provare la cucina giapponese e così ho prenotato per due ad un ristorante giapponese consigliato da amici. Che ne pensi?” Con frasi di questo tipo mostriamo molto interesse per quello che ci è stato detto fino a quel momento e una certa originalità.

Comportamento

Le tecniche di seduzione non sono certo terminate qui. A questo punto tutto deve essere scelto con cura e non lasciato al caso. Ad esempio alla prima uscita ufficiale la scelta del luogo è di cruciale importanza, ricordiamo che quel posto potrebbe in un futuro essere considerato il luogo del vostro “primo appuntamento”, il posto che nei ricordi e racconti di un domani sarà ricordato come qualcosa di molto importante. Sono bocciati a priori luoghi troppo sobri come pub o pizzerie che fornisco un ambiente troppo amichevole; sarebbero da escludere anche locali troppo chic o raffinati, ricordiamo, infatti, che non conoscendo perfettamente il carattere della persona che vorremmo conquistare un ambiente di questo genere potrebbe portare imbarazzo e impacciarla. Consiglio invece trattorie sulla spiaggia, ristorantini caldi e accoglienti oppure cucine orientali. Il modo di vestire deve essere al di sopra del nostro comune modo di vestire per le uscite con gli amici e al di sotto di un’eleganza marcata, il trucco consiste nel non far sentire fuori luogo la persona invitata a uscire di cui non conosciamo l’abbigliamento (es. per un uomo è consigliato camicia e magliocino con pantalone elegante oppure al massimo completo blu senza cravatta).

Nel recarci sotto casa dell’invitata per portarla al posto da noi designato è essenziale presentarsi con l’auto ordinata e pulita, sono sicuramente sempre graditi gesti un po’ vecchio stile come aprire la portiera, scostare la sedia del tavolo per aiutarla a sedere e versarle da bere nel bicchiere non appena questo è vuoto. Se avessimo prenotato il tavolo telefonicamente in anticipo guadagneremmo punti in quanto ci porta a essere considerati seri e decisi. L’ideale sarebbe un tavolo ad un angolo del locale e l’uomo dovrebbe trovarsi seduto di fronte alla donna con le spalle rivolte verso la sala in modo da poter mostrare che ogni suo interesse è solo verso lei.

La parola d’ordine diventa ascoltare: è necessario raccogliere quante più informazioni possibili su di lei, capire i suoi gusti e cosa le piace mostrando interesse e creandoci la possibilità di essere migliori conquistatori nell’appuntamento successivo. Parliamo di noi senza inventare nulla essendo sinceri e spontanei anche delle esperienze che ci hanno reso deboli ridendoci sù e mostrando autoironia e capacità autocritiche. Nel riaccompagnarla a casa un bacio sulla guancia e una carezza sono la decisione migliore.

Fase finale

Adesso siete ufficialmente suoi corteggiatori, lei ne parlerà alle amiche e fantasticherà su quello che ci ha colpito o attratto, d’ora in poi, più di prima, le nostre mosse saranno esposte al suo giudizio personale e quindi sarà bene non tralasciare l’ultima fase delle tecniche di seduzione ovvero il “dopo primo appuntamento”.

Il giorno seguente è bene non essere troppo invadenti e far passare almeno la mattinata senza farsi sentire in modo da darle il tempo di incuriosirsi. Nel pomeriggio una chiamata è essenziale, far passare infatti la giornata senza risentirla ci farebbe perdere di credibilità e dimostrerebbe un inutile calo di attenzione nei suoi confronti che non ha alcun lato positivo; la conversazione dovrebbe essere non troppo breve e sfuggente ma neanche troppo lunga e soprattutto non deve indagare su come lei sia stata il giorno prima con noi. Un’ottima frase d’apertura sarebbe “ scusa se mi faccio sentire solo adesso ma sono stato preso dal lavoro e non volevo chiamarti di fretta per qualche minuto e così ho aspettato un po’ di tempo libero”.

Va riproposto un invito entro e non oltre una settimana dopo il vostro appuntamento per dimostrare che vogliamo prenderci con lei un impegno serio e non sporadico,questa volta nella scelta del luogo dovete far riferimento ai gusti che nella prima serata passata assieme avete cercato di cogliere.

L’ascolto e la fiducia in se stessi restano i punti fondamentali è bene però cominciare ad esporre nelle chiacchierate successive i nostri “punti forti” in modo da renderci la scelta “migliore sul mercato”, in questo momento siamo infatti come dei venditori “porta a porta” e dobbiamo vendere noi stessi non come persone perfette ma come le persone più adatte a lei. Ecco perchè bisogna puntare su qualcosa di caratteristico e originale che susciti la sua curiosità e interesse (es. Come ti mise nei guai la tua propensione ad aiutare gli amici; Quel viaggio in Thailandia che ti ha cambiato la vita; Quel corso da sub nel quale sei stato trascinato). Il momento ideale per un bacio è dopo il terzo appuntamento ed è questo anche il momento più adatto per fare il primo regalo, il primo fiore o braccialetto di cui ci ha parlato.

Se applicherete queste semplici tecniche di seduzione potrete sperare di far breccia nel cuore della ragazza/o che vi ha colpito particolarmente. Naturalmente è bene non saltare nessuna fase e mostrarsi sinceri ma allo stesso tempo non forzate troppo la mano. L’interesse seguito dall’amore nasce in modo spontaneo: ricordatelo!

Tecniche di seduzione in chat

Il web è ormai ricco di svariate Chat o social network che consentono a persone mai viste prima di conoscersi all’interno della stessa città, alcune gratuite con semplice registrazione, altre a pagamento. Qui le tecniche di seduzione da applicare cambiano moltissimo. Prima di cominciare nel tentativo di sedurre è bene mostrarsi il quanto più interessati possibili alla vita della persona che abbiamo davanti. E’ bene, infatti, che questa abbia l’impressione che tentiamo di sedurre lei perché in base a ciò che ci ha detto è la persona che più ci ha colpito, in caso contrario avrebbe l’impressione che il nostro sia un tentativo di corteggiamento abitudinale e consueto verso tutte.

Prestiamo attenzione sul fatto che proprio come noi molte altre persone staranno tentando approcci simili poiché in Chat parlare con più persone contemporaneamente è molto comune; è bene, quindi, cercare fin da subito di incuriosirla e colpirla con quel qualcosa che nel corteggiamento reale ci eravamo conservati per le fasi finali. Questo ci dà la possibilità di scavalcare subito nella sua testa tutte quelle persone che non hanno mostrato nulla di interessante di se stessi.